BORDANO
  Bordano il paese che dipinge le sue farfalle
  I murales delle farfalle
  I murales
  La casa delle farfalle
 
Il paese che dipinge le sue farfalle

Bordano sorge tra la piana del fiume Tagliamento, le pendici del Monte San Simeone e il Lago di Cavazzo o dei Tre Comuni.
La prima citazione di “Bordanium” di trova in un documento dell’anno 1000.
Il ritrovamento di resti romani ed in particolare le tracce ancora visibili di una via, testimoniano però che questa zona era abitata molto tempo prima, perché qui esisteva un antico guado romano che favoriva a chi percorreva la via Julia Augusta di proseguire attraversando il fiume Tagliamento.

La storia dei territorio di Bordano si identifica con quella del Monte San Simeone citato per la prima volta in un documento del 1257 e stretto al paese da un legame ancestrale che ha origini religiose, culturali ma soprattutto economiche avendo rappresentato per secoli la fonte principale di sostentamento degli abitanti.

 
Nel 1506 Bordano passò sotto giurisdizione della Comunità di Venzone, condividendone la storia, dall’amministrazione veneta a quella francese, quella austriaca ed infine italiana.
Durante la prima guerra mondiale una forte eco ebbero le battaglie legate alla difesa del Monte Festa, che segnarono profondamente le sorti della popolazione locale così come quando durante il secondo conflitto, a seguito di una rappresaglia nazifascista, il paese di Bordano venne incendiato e gli abitanti costretti ad abbandonare le case.
   
Nella storia più recente, Bordano si può ben definire capoluogo del disastroso terremoto che colpì il Friuli nel 1976, l'epicentro del sisma fu localizzato infatti sotto il Monte San Simeone. Il paese, completamente distrutto assieme alla frazione di Interneppo, perse con il terremoto gli edifici di maggiore interesse artistico.
Nella ricostruzione si sono volute mantenere vive le caratteristiche storiche e culturali, cercando in nuove iniziative la possibilità di valorizzare l’ambiente circostante. Oggi è noto a tutti come il Paese delle Farfalle, che rallegrano non solo i suoi prati, ma anche i muri delle sue case sulle quali sono state dipinte.